MAMMOGRAFIA con TOMOSINTESI (studio 3D della mammella)2D-3D

Da ottobre nello studio radiologico MONTESANTO sarà a disposizione la MAMMOGRAFIA CON TOMOSINTESI con apparecchiatuta Hologic, leader nel campo della mammografia digitale. Questo arricchimento tecnologico alza al massimo livello l'attenzione da parte del Centro verso la prevenzione del tumore al seno.

Tecnicamente la TOMOSINTESI  è una nuova metodica mammografica in cui vengono acquisite una serie di proiezioni bidimensionali del seno a bassa dose per diverse angolazioni del tubo radiogeno rispetto alla mammella.  Tali proiezioni sono poi processate, tramite algoritmi dedicati, per ricostruire il volume della mammella. In parole più semplici è come se la mammella venisse scomposta in più strati sottili che poi messi uno sugli altri ricostruiscono per intero la figura volumetrica della mammella.
Con l’apparecchio di mammografia dotato anche di tomosintesi è quindi possibile, mediante una tecnica di acquisizione chiamata Combo, ottenere l’esame mammografico e l’esame di tomosintesi con un’unica compressione della mammella per proiezione. lat231
È altresì possibile eseguire la Tomosintesi, in una o pù proiezioni, in aggiunta alla mammografia standard,  come approfondimento per esempio nelle mammelle molto dense.  

La Tomosintesi rende  possibile ottenere immagini di ottima qualità con un’esposizione ai raggi X ritenuta trascurabile rispetto ai vantaggi derivanti dall’identificazione del tumore, equiparabile rispetto all'esame di mammografia digitale diretta.  L'esame è anche meglio tollerato perchè  la compressione del seno è minore rispetto a quella effettuato per l'acquisizione di una mammografia standard.

Nello studio Radiologico Montesanto, a  completamento di ogni studio mammografico, sia con Tomosintesi o senza,  viene effettuato esame ecografico con sonda ad alta definizione.
L'alta tecnologia e personale altamente qualificato sono i requisiti per raggiungere il massimo risultato diagnostico. 

Vi riportiamo uno studio svedese su larga scala  che mette a confronto la mammografia con la tomosintesi, o mammografia 3D, e i risultati sono sorprendenti: la tomosintesi è in grado di scovare il 40% di tumori alla mammella in più rispetto all'esame tradizionale, una scoperta che aiuterà molte donne a sopravvivere. Inoltre la nuova tecnica riduce l'esposizione ai raggi X ed è meno dolorosa.

Contattaci e prenota una visita scegliendo uno dei Nostri professionisti. Siamo al centro di Roma,  con a  disposizione il parcheggio gratuito, ed i  prezzi sono contenuti, al passo con i tempi.

I commenti sono chiusi